Tendiniti e Borsiti della spalla

Sono probabilmente i disordini più frequenti della spalla che si presentano al Fisioterapista.

La causa è attribuibile, nella maggior parte dei casi, ad un uso eccessivo o ad un non corretto equilibrio dei muscoli che permettono i movimenti della spalla. Ciò determina l’infiammazione e il rigonfiamento della borsa (sacco a contenuto fluido che diminuisce l’attrito causato dal movimento della spalla) e/o di uno dei tendini della spalla stessa. Con maggior frequenza è interessato il tendine del muscolo sovraspinato.

Sintomi
- dolore al movimento del braccio (talvolta con limitazione nei gesti della vita quotidiana, ad esempio pettinarsi, raggiungere la tasca posteriore dei pantaloni, allacciarsi il reggiseno, ecc.)
- spesso molto dolente di notte, ma anche di giorno (con un dolore descritto come sordo o angustiante)
- frequente l’irradiazione distale del dolore (è avvertito con la massima intensità nella parte esterna del braccio, a metà tra spalla e gomito)

Diagnosi
- può essere sufficiente la valutazione del movimento del braccio, che risulta limitato e dolente in alcune delle direzioni cui è normalmente concesso
- Rx per evidenziare eventuali calcificazioni della cuffia dei rotatori (insieme dei muscoli che contribuiscono al movimento della spalla, ad esempio il sovraspinoso, il sottospinoso ecc.)

Trattamento
Oltre ai farmaci FANS prescritti dal medico, ed al riposo (nei casi più gravi fasciatura-ortesi di scarico del braccio per brevi periodi), talvolta si rendono necessarie le infiltrazioni di cortisonici (importanti per prevenire l’evoluzione in capsulite adesiva) eseguite dallo specialista.
In Fisioterapia a seconda della fase (acuta o cronica) e all’entità della limitazione del movimento, ecc.) può risultare utile l’uso di ultrasuoni, laser, elettroterapia diadinamica o interferenziale. spesso molto importante la rieducazione funzionale della spalla (ginnastica assistita tesa al riequilibrio muscolare) e la mobilizzazione per ripristinare la corretta escursione articolare.

This entry was posted in Rieducazione Funzionale. Bookmark the permalink.

Comments are closed.