Manipolazione viscerale – Regolazione del tratto digerente

Per vivere più a lungo e in forma, occorre avere un apparato digerente pulito.                        Vari studi hanno dimostrato che la pancia è il nostro secondo cervello dove si trovano le difese immunitarie. Di conseguenza è importante non “intasare” gli organi digestivi: questa regola rappresenta, il cardine fondamentale su cui si   ergono i principi fondamentali del metodo.  Questo metodo è la guida perfetta alla longevità, migliora la salute, la forma fisica e favorisce il benessere psicofisico.

Il transito è un percorso verticale, che parte dalla bocca al retto e permette agli alimenti di scendere attraverso gli 8-10 metri del tratto digerente.  Il cibo passa attraverso diversi organi incaricati alla trasformazione, dissoluzione, assimilazione ed eliminazione di scarti, tossine e grassi nocivi. Quando il transito non funziona, le materie assorbite si accumulano lungo il condotto, lo incrostano, ostruiscono i fori e impediscono sia l’assimilazione che l’eliminazione. Quando l’assimilazione non avviene in modo corretto, tutti gli elementi cheImmagine1 dovrebbero passare nel sangue attraverso i fori, rimangono nel tratto, lo ingombrano e        finiscono per ingorgarlo, impedendone il transito. Una cattiva digestione, cioè un problema di transito, provoca degli effetti negativi in tutto il corpo.  Un tratto digerente intasato può provocare disturbi del sonno, irritabilità, ansia,  emicranie, spossatezza, problemi circolatori, infezioni urinarie, edemi agli arti inferiori, varici, cellulite, estremità fredde, …

Il metodo induce una vera e propria  depurazione del tratto digerente.  Vengono utilizzate tecniche manuali su 5 punti dell’addome, per ripulire il tratto digerente, favorire il distacco del deposito di tossine e detriti, migliorare il transito e                      rilassare così il tubo digerente. Il metodo attraversa 4 fasi, nei quali vengono  20171017_160346coinvolti, a cascata, diversi organi e prevede 6 trattamenti nel corso di 3 mesi. Durante queste fasi si può assistere a concrete trasformazioni (scomparsa del gonfiore, dimagrimento, ringiovanimento, …).   

Il metodo trova applicazione in caso di:

  • Costipazione, diarrea, emorroidi, ernia iatale, acidità, rigurgiti, ulcere, colite
  • Variazioni di volume e di peso
  • Colica renale, cistite, infezioni urinarie
  • Cattiva circolazione (gambe pesanti, dolorose, cellulite, vene varicose, formicolii, estremità fredde)
  • Lombalgie, torcicollo, sciatica, problemi alla schiena (per il fatto che tutto il tratto digestivo è connesso alla colonna vertebrale e che le sue  interruzioni creano delle tensioni sulle diverse vertebre della colonna)
  • Asma, allergie…
  • Dermatiti (herpes, psoriasi, eczema)
  • Aumento della fatica generale (fisica e psichica)
  • Cattiva composizione sanguigna

 

                                

 

 

 

La Fisioscissione®

1La Fisioscissione® è una Tecnica manuale per il trattamento delle fisiopatologie miofasciali messa a punto dai Dr Giovanni e Daniele Raimondi. Il trattamento risulta essere indolore per il paziente, più preciso ed ergonomico per l’operatore, contro l’usura delle proprie mani.

I Fisioscissor® sono strumenti certificati realizzati con materiale inox medicale dotati di una doppia testa operativa. Gli strumenti tecnici che utilizza Fisioscissione® (i Fisioscissor®) presentano una forma completamente diversa dagli altri.

I Fisioscissor sono 5 e ognuno di loro presenta due teste operative.

Quest’ultime sono state studiate appositamente per lavorare i diversi distretti anatomici 2(reperi ossei, docce, recessi), setti intermuscolari e inserzioni miofasciali in maniera INDOLORE.
La variabilità delle teste operative consente al Fisioterapista di scegliere il Fisioscissor più adatto al distretto anatomico e allo stato patologico del tessuto.

In base alle condizioni tessutali e alla fase di dolore corrente (acuta, subacuta, cronica), il Fisioterapista può decidere se eseguire delle tecniche superficiali o profonde DRENANTI o al contrario ricercare attraverso “tocchi” mirati una infiammazione controllata del tessuto senza inviare input recettoriali esagerati.
3La duttilità dei mezzi tecnici consente inoltre di avere una PRESA D’APPOGGIO PIU’ CONSISTENTE nei confronti del livello tessutale fasciale o dello strato connettivale desiderato eseguendo delle presso-frizioni del tessuto.

La particolareggiata forma delle teste operative consente in aggiunta di
eseguire una MOBILIZZAZIONE SEGMENTARIA VERTEBRALE della colonna.

Con i Fisioscissor® è possibile eseguire delle manovre che facilitano la struttura trattata a ricevere risposta di equilibrio per il recupero della funzione.

Ogni ausilio ha delle caratteristiche ottimizzate ad erogare più funzioni, ciò permette di operare sui tessuti interessati da poca mobilità permettendo di raggiungere e lavorare con estrema precisione le zone di ancoraggio della fascia, i diversi livelli di profondità del tessuto, gli incavi e le docce.

4Fisioscissor® permette così di trattare in maniera indolore particolarità anatomiche difficilmente raggiungibili dalle dita del terapista, aumentando la precisione del gesto terapeutico che si esplica in una manualità atta ad alleggerire i tessuti connettivo-miofasciali migliorandone la mobilità intrinseca, l’aspetto circolatorio e linfatico.

L’utilizzo è esteso a tutti i distretti del corpo.

A livello della colonna vertebrale risulta possibile lavorare sulla proiezione dei muscoli erettori del rachide allo scopo di rilanciare le forze di scomposizione antigravitazionali, ripristinando la mobilità dell’unità funzionale vertebrale.
Attraverso modalità tecniche ricercate ci si prefigge di ridurre le compressioni a livello delle faccette articolari interapofisarie ottenendo un bilanciamento delle pressioni discali ed un ripristino della “molla vertebrale”.

Tutte le foto sono in uso da FISIOSCISSIONE®

Per approfondimenti si veda www.fisioscissione.com

È possibile prenotare trattamenti di Fisioscissione® presso il centro Fisiotecnik®, in via Tono 12 ad Este 8PD) previo appuntamento allo 0429 603733

Combattere l’incontinenza

Perdite? No grazie!!! 

Viene definita ‘’INCONTINENZA URINARIA’’ qualsiasi perdita involontaria di urina!

Il 20-30% delle donne in età fertile soffre di incontinenza urinaria causata da un problema all’apparato urinario. La percentuale aumenta fino al 40% con l’insorgenza della menopausa, per arrivare oltre il 50% nelle donne anziane. Nella popolazione maschile invece l’incontinenza urinaria si presenta in una percentuale inferiore (3 – 11%).

Il timore che la perdita possa in qualche modo essere percepita da chi ci sta intorno (odore, vestiario bagnato, ecc.) può generare imbarazzo, disagio e frustrazione! Chi ne soffre spesso è spinto a limitare le attività sociali, modificare le relazioni familiari e personali, e/o perdere l’autostima.

Se ritieni di non essere in grado di eseguire autonomamente gli esercizi descritti o se i sintomi non regrediscono, affidati alle mani di un professionista  sanitario (medico di base, medico specialista,  fisioterapista, …). Se affronterai i sintomi con la  fisioterapia e riabilitazione, potranno essere utilizzate varie tecniche come Kinesiterapia, Coni vaginali,  Biofeedback, Elettroterapia oppure l’efficace, semplice e  veloce terapia a vibrazioni meccano-sonore di Synergy Viss.

FisioEstetica ovvero “Trasformare la terapia in una esperienza di benessere”

La Fisioestetica è una particolare branca della Fisioterapia che, attraverso l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali impiegate nella Fisioterapia Riabilitativa, ha            l’obiettivo di trattare le patologie alla base degli inestetismi. Il Fisioterapista applica trattamenti specifici e personalizzati.

CatturaIl metodo interviene con trattamenti in grado di migliorare le funzionalità biologiche del corpo attraverso la stimolazione della normale fisiologia.

La Fisioestetica applica tecniche non invasive, in patologie che rientrano a tutti gli effetti nella Medicina Estetica e nella Fisioterapia, quali ritenzione di liquidi, “gambe pesanti”, adiposità localizzate (cellulite), patologie del sistema linfatico, rilassamento cutaneo del viso e del corpo, atte a riportare il corpo al naturale stato di benessere e bellezza.

In Fisioestetica i trattamenti più frequenti sono studiati per finalità snellenti, anticellulite,Cattura rassodanti, tonificanti, anti-aging e drenanti.

Le metodologie sia manuali che strumentali impiegate sono il Linfodrenaggio manuale secondo metodo Vodder, Massoterapia, Correzioni posturali,  Ultrasuoni manuali, TECAR®,  Synergy Viss, Scenar®. 

TECAR®, agisce riequilibrando il metabolismo cellulare, rendeCattura                  i tessuti più compatti e migliora il  microcircolo. Inoltre riduce edemi  ed ematomi. Grazie all’incremento del microcircolo e alla ipervascolarizzazione induce un effetto lifting e attenua le “borse sotto gli occhi”. Risultati visibili fin dalla prima seduta.

CatturaLe sapienti manovre del Linfodrenaggio, applicate ad arte, favoriscono il drenaggio dei liquidi.

Con trattamenti ad Ultrasuoni, i primi risultati apprezzabili si possono ottenere già  dalle prime sedute, in particolare la cute risulterà più liscia, morbida ed elastica.

Il sistema a vibrazione meccano-sonora di Synergy Viss permette una                   Catturarimodulazione ed una ottimizzazione del tono-trofismo muscolare.

Applicazione di protocolli Scenar® Cosmetology di ringiovanimento e di dimagrimento con trattamenti viso e/o corpo.

 

 

 

Sconfiggere l’incontinenza

CatturaL’incontinenza urinaria, vale a dire la perdita involontaria di urina, colpisce molte più persone di quanto si pensi. Sebbene la sua prevalenza sia maggiormente a carico della popolazione anziana e delle donne, tutte le fasce di età sono colpite, in entrambi i sessi. È un disturbo spesso inizialmente trascurato da molti, specie se di modesta entità, oppure non portato all’attenzione del medico per semplice vergogna. Purtroppo nella maggior parte dei casi non guarisce spontaneamente e, se non affrontato subito e nel modo giusto, può peggiorare con ripercussioni negative soprattutto sulla qualità della vita.
Ecco perché abbiamo deciso di occuparci seriamente della cura dell’incontinenza.
E il modo più discreto, semplice ed efficace è la terapia a vibrazioni, con la quale una persona con incontinenza può trovare la soluzione del proprio problema senza sentirsi “sola”.

Che cosa è, e dove origina il dolore alla spalla!?

Che cosa è e da dove origina la spalla dolorosa?
17884369_745000269011358_5862877264660015101_nSi può credere che origini dalla “lesione tendinea”o dalla “tendinosi” o dalle “calcificazioni” o dal “conflitto” se poi la maggior parte di queste spalle dolorose guarisce spontaneamente? Si può credere che un tendine rotto possa guarire prima dell’intervento di tenorrafia? Si è mai visto un paziente con tendine rotuleo o d’Achille rotto che, spontaneamente, dopo qualche mese, si alza e riprende a camminare ed a correre?
Dopo aver presentato le numerose incongruenze cliniche e scientifiche che demoliscono la patogenesi ufficiale (al di là di ogni ragionevole dubbio) viene illustrato il percorso fisiologico che porta alla degenerazione (tendinosi) ed alla lesione tendinea del sovraspinato.
Segue esposizione sulla biologia e biochimica (generale) per arrivare alla patogenesi della “spalla dolorosa” che vede l’origine della patologia in una alterazione osmotica delle strutture anatomiche più vascolarizzate presenti al polo superiore dell’articolazione (borse e guaina tendinea).
Individuata la causa viene presentata la terapia idonea al riequilibrio biochimico dei tessuti sofferenti mediante tecnica denominata “allineamento frizionato”.

I metodi innovativi e la Spalla Dolorosa

Molti metodi innovativi sono accolti con scetticismo perché smentiscono o rifiutano le comuni credenze e conoscenze relative al loro campo di applicazione. Così molte arti, scienze o metodi sono chiusi verso una qualsiasi soluzione alternativa.
Tendiamo inoltre a rendere le cose difficili e complesse, riteniamo guai e problemi degli ostacoli da superare con la forza, lottando tenacemente. Molto spesso invece le soluzioni sono alla nostra portata, ma non le possiamo vedere poiché siamo sintonizzati su linee complicate e astruse.
Rimedi semplici sono considerati impossibili e chiunque si propone di farlo viene ostacolato. Il sistema tende inoltre a non divulgare ciò che potrebbe intaccare i loro interessi!
Quello in cui crediamo è importante. Si fanno guerre per questo. La politica e la scienza sono basate su questo. Ma qualcosa potrebbe non essere vero, e diventare proprio “troppo bello per essere vero”.
Sono già state dette frasi poi smentite:
“Una macchina che pesi più dell’aria non può volare”
“Tutto quello che si poteva inventare è già stato inventato”
“Internet ben presto collasserà in modo catastrofico”

Una spalla dolorosa con riduzione dello spazio sottoacromiale, lesione tendinea alla cuffia dei rotatori, periartrite calcifica, deve essere operata!

Cattura